L’amica geniale: Recensione della quinta e della sesta puntata

L’amica geniale, recensione: le impressioni su quinta e sesta puntata

 

 

Ieri notte, in prima serata su Rai Uno, è andato in onda il terzo appuntamento con L’amica geniale, la serie tratta dal primo volume della tetralogia di Elena Ferrante, che vede alla regia Saverio Costanzo. Sono state trasmesse la quinta e la sesta puntata della fiction, dai titoli, rispettivamente, “Le scarpe” e “L’isola“. Il primo episodio è incentrato maggiormente su Lila, sul corteggiamento pressante che subisce da parte di Marcello Sarratore, ma anche su quello più delicato del suo amico Pasquale, sul suo rapporto con il fratello Rino, con il quale confeziona, appunto, un paio di scarpe, e con il padre Fernando, che sembra disprezzare il loro lavoro e che spinge sempre di più la ragazza tra le braccia del giovane Solara, a suo dire, un buon partito sia per la figlia che per tutta la loro famiglia. Il secondo episodio è invece incentrato su Elena, che ora si trova a Ischia da una parente della sua ex maestra delle elementari, che ha insistito affinché la ragazza, dopo un anno di studio intenso e di sacrifici, potesse godersi un po’ di vacanze e fare qualche bagno al mare. Sull’isola, Elena ritrova il suo primo e grande amore, Giovanni “Nino” Sarratore, e, con lui, anche la sua famiglia, composta dalla sorella Marisa e da altri tre fratelli più piccoli, dalla madre Lidia e dal padre Donato. Sarà proprio quest’ultimo a rovinare i bellissimi ricordi estivi di Lenù, baciandola e toccandola contro il suo volere nella notte del suo 15° compleanno e facendola fuggire definitivamente dall’isola, cosa che la giovane stava già progettando da qualche tempo per andare in soccorso della sua amica. 

Si tratta delle due puntate più belle andate in onda fino ad ora, dal momento che vediamo tutto più forte: il rapporto tra Lila e Lenù, ovviamente non senza gelosie, e il carattere stesso delle due ragazze. Elena è gelosa di Raffaella perché è al centro delle attenzioni di più ragazzi, mentre Lila, a sua volta, la invidia perché l’amica ha potuto continuare a studiare e ha un carattere più mite, che le permette di essere benvoluta da quasi tutti. Non mancano comunque scene più violente, come quella del litigio a Napoli centro del fratello di Lila con un giovane del luogo, sedata poi dall’intervento dei Solara, che però mostra anche un lato diverso di Napoli, con un focus su Piazza Plebiscito e sulle zone circostanti il Teatro San Carlo e la Galleria Umberto I, frequentate da persone più “a modo” di quelle che popolano il rione. Proprio il rapporto tra Raffaella e suo fratello Rino, a tratti conflittuale, è il fulcro positivo di queste puntate, dal momento che il ragazzo, seppur, alle volte, con modi discutibili, cerca sempre di proteggere la sorella e sta dalla sua parte quando ella si oppone fermamente al matrimonio con Marcello Solara. Spesso non si comprendono i comportamenti delle due amiche, ma nonostante ciò, il loro rapporto ha una certa solidità.

Nel frattempo, se siete curiosi di sapere cosa succederà la prossima settimana, potrete avere delle anticipazioni sul finale di Lila e Lenù

 

 

 

 

 

 

 

 

Ilaria

Diplomata al liceo scientifico e laureata in fisioterapia, ha la passione per le serie tv, la cucina e le recensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *