Battiti – En?gma: testo singolo

Battiti – En?gma ft. Noia, Raige & Zeep: testo singolo

 

 

Battiti è un singolo di En?gma con Noia, Raige & Zeep contenuto nell’album Totem: Episodio Quattro.

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invece tu batti, e invece tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti

Il cuore mi parla, mi dice: “Su, calmati”
Ho gli occhi segnati
Il mio sguardo ti implora e mi dice: “Dai, amami”
Poi ciò che dice è delitto, io stupido cerco altri alibi
Intanto mi rubi altri attimi

Mischiamo le carni ma mica le anime
Dici che siamo due fragili
Ma qua sono io quello affranto ed esanime, cosa mi parli (Oh)
Vedi il petto già aperto da squarci (Oh)
E la nebbia che è entrata ne scorcia i banchi (Oh)
Visto che sono nudo se vesto rimpianti

E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invеce tu batti, e invecе tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti
E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invece tu batti, e invece tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti

Ma lo senti
È il rumore dell’amore che svanisce
Avrei voluto si capisse
Che un po’ come dire che muore chi non dovrebbe

Ma vive chi vorrei che morisse
Da una cabrio nei sedili di dietro
Guardo il cielo, piovono coriandoli in vetro
Ero in volo, oggi piano senza faro
Tu mi dai il caro rincaro di miele amaro
Siamo una glock senza sicura
L’onda del malumore, io sto prua
Questa parola è solo un più di più sulla bara tua

E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invece tu batti, e invece tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti
E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invece tu batti, e invece tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti

C’era la musica e non noi
Ti dico: “Vattene” e tu vai
Guarda che sole ma sei di ghiaccio
Ti potrei bere, Tanqueray
Perdo la testa, abracadabra
Sembra che hai lame su quelle labbra
Ho le tue [?] sopra la sabbia
Tirato su castelli di rabbia
Siamo come neve all’inferno
Come due comete e un iperbole
Insomma, estranei e stranieri
Cento celle, non c’eri

E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invece tu batti, e invece tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti
E dai, non lo vedi, mi batto per te
E invece tu batti, e invece tu batti
Lo vedo, ti piace giocare con me
Sfotti i miei battiti, sfotti i miei battiti

Ripartirò da zero
Da quella voglia stupida di essere abbastanza
Di essere davvero
Esistere anche senza di te
Resistere all’assenza e come una dipendenza
E dai, non vedi che ci sto di merda?
E pare non serva piangere lacrime un po’ come se fosse una scelta
Mi piove dentro e non spero che smetta
Siamo specchi d’acqua, pioggia immacolata
Dille: “Grazie mamma” che ti ha fatto tanta
Io che ancora non so dove vado
Ho preso a calci il cuore, Super Santos

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *