Rei, Callejero Fino – Tu Turrito: traduzione e testo canzone

Tu Turrito – Rei, Callejero Fino: traduzione e testo canzone

 

 

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

testo

¿Y quién iba a saber que era’ mi mujer?
Pero, mami, me dejaste tan solo y te pienso cada día que enrolo
Y dibujé en una pared tus iniciale’
De mi mente no salesY ahora te me hacé’ la divina
Cuando te cruzo por la esquina
Y me acuerdo tu’ grito’
Diciendo que yo era tu turrito, ahY ahora te me hacé’ la divina
Cuando te cruzo por la esquina
Y me acuerdo tu’ grito’
Diciendo que yo era tu turritoEn una pare’ tu nombre junto al mío
Ahora pienso y digo si ya no hay más motivo’
Y las cancione’ que te hago son porque te pienso
Si tuviera dimensione’ este amor, sería inmenso
Te amo desde que empezamo’, o sea, del comienzo
No es que sea tóxico, soy un poquito intensoSomos un clásico como la .40 y Kendo
Vos so’ mi inspiración, so’ lo más puro que tengo
Vos so’ los recuerdo’ en lo’ renglone’ de lo que estoy escribiendo
Y te estoy diciendoAhora vo’ decime si esto se corta o sigue
El que quiera con vo’ que se ajuste lo’ botine’
Que yo no te escribo rima’, yo te escribo lo que mi corazón pide
Yo soy CF, mami¿Quién iba a saber que era’ mi mujer?
Pero, mami, me dejaste tan solo y te pienso cada día que enrolo
Y dibujé en una pared tus iniciales
De mi mente no salesY ahora te me hacé’ la divina
Cuando te cruzo por la esquina
Y me acuerdo tu’ grito’
Diciendo que yo era tu turrito, ahY ahora te me hacé’ la divina
Cuando te cruzo por la esquina
Y me acuerdo tu’ grito’
Diciendo que yo era tu turrito¿Y quién iba a saber que era mi mujer?
Pero, mami, me dejaste tan solo y te pienso cada día que enrolo
Y dibujé en una pared tus iniciale’
De mi mente no sales

traduzione

E chi doveva sapere che era mia moglie?
Ma, mamma, mi hai lasciato così solo e ti penso ogni giorno che mi iscrivo
E ho disegnato le tue iniziali su un muro
Non lasci la mia mente
E ora ti rendo divino
Quando ti incrocio dietro l’angolo
E ricordo il tuo grido
Dicendo che ero il tuo turrito, ah
E ora ti rendo divino
Quando ti incrocio dietro l’angolo
E ricordo il tuo grido
Dire che ero il tuo turrito
Su un muro il tuo nome accanto al mio
Ora penso e dico se non c’è più motivo
E le canzoni che faccio per te sono perché ti penso
Se avessi dimensioni ‘questo amore, sarebbe immenso
Ti amo da quando abbiamo iniziato’, cioè dall’inizio
Non è che io sia tossico, sono un po’ intenso
Siamo un classico come il .40 e il Kendo
Sei la mia ispirazione, sei la cosa più pura che ho
Li “ricordi” solo nella “riga” di ciò che sto scrivendo
e te lo dico
Ora dimmi se questo è tagliato o continua
Chi vuole con vo’ che si adatta al ‘botine’
Che non ti scrivo rima’, ti scrivo quello che chiede il mio cuore
Sono CF, mamma
Chi avrebbe saputo che era mia moglie?
Ma, mamma, mi hai lasciato così solo e ti penso ogni giorno che mi iscrivo
E ho disegnato le tue iniziali su un muro
Non lasci la mia mente
E ora ti rendo divino
Quando ti incrocio dietro l’angolo
E ricordo il tuo ‘grido’
Dicendo che ero il tuo turrito, ah
E ora ti rendo divino
Quando ti incrocio dietro l’angolo
E ricordo il tuo ‘grido’
Dire che ero il tuo turrito
E chi doveva sapere che era mia moglie?
Ma, mamma, mi hai lasciato così solo e ti penso ogni giorno che mi iscrivo
E ho disegnato le tue iniziali su un muro
Non lasci la mia mente

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *