Sarago (64 Bars) – Guè: testo singolo

Guè – Sarago (64 Bars): testo singolo

 

 

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

[Intro]
È il momento di far cagare addosso questi rapper
Più che quelle influencer a Dubai, ahah, o no?
Stendila Ty!
G-G-G-U-E

[Ritornello]
Le strade guardano
I ferri parlano
I soldi sparano
Più scaglie che in un sarago
Cuochi la tagliano
Roie la ragliano
Cani che abbaiano
Infami se la cantano

[Strofa]
Ho il 10 sulla maglia, oh, asino
Tu che mi fotti, fra’, è fantascienza, Asimov
Sto fugando sopra un panfilo, fumando un Davidoff
Supercar, super hustler, yo, David Hasselhoff (Ok)
Alla mia penna sai non serve ghosting (Oh no)
Bagno gafi come Gosling Ryan, il figlio di Rihanna è mio
L’occhio no, non sbaglia
Ti guardo, poi denuncio la tua stylist (Ahah)
Questo mio flow crudo è una tartare
Unifico le cinture dei pesi massimi
Intercettano chiamate tra me e Massimino
Ti racconto una storia per non addormentarti
In Italia tutti scarsi, tutti bugiardi
Apposto io, apostolo, G che smazza sti flow
Come Boston George, il tuo nome scritto sopra ‘sto bossolo
Fammi il processo, sì, non me ne fotte un cazzo come a Johnny Depp, Johnny Rap, Johnny Guepp
Il mio obiettivo non è purché se ne parli
Non sono così moderno, i cazzi miei tu non farli
Tutti cantanti pop, pussa via, sció sció
La tua pussy, sì, ha preso mille zzoca e snitchi in un tv show
Tu non ti ispiri, è appropriazione
Faccio due giri (Cazzo), è associazione
Ti accoppo se dici: “La coppo”
Sono sempre più grosso, come in Lacoste il crocco

[Ritornello]
Le strade guardano
I ferri parlano
I soldi sparano
Più scaglie che in un sarago
Cuochi la tagliano
Roie la ragliano
Cani che abbaiano
Infami se la cantano

[Intro]
È il momento di far cagare addosso questi rapper
Più che quelle influencer a Dubai, ahah, o no?
Stendila Ty!
G-G-G-U-E

[Ritornello]
Le strade guardano
I ferri parlano
I soldi sparano
Più scaglie che in un sarago
Cuochi la tagliano
Roie la ragliano
Cani che abbaiano
Infami se la cantano

[Strofa]
Ho il 10 sulla maglia, oh, asino
Tu che mi fotti, fra’, è fantascienza, Asimov
Sto fugando sopra un panfilo, fumando un Davidoff
Supercar, super hustler, yo, David Hasselhoff (Ok)
Alla mia penna sai non serve ghosting (Oh no)
Bagno gafi come Gosling Ryan, il figlio di Rihanna è mio
L’occhio no, non sbaglia
Ti guardo, poi denuncio la tua stylist (Ahah)
Questo mio flow crudo è una tartare
Unifico le cinture dei pesi massimi
Intercettano chiamate tra me e Massimino
Ti racconto una storia per non addormentarti
In Italia tutti scarsi, tutti bugiardi
Apposto io, apostolo, G che smazza sti flow
Come Boston George, il tuo nome scritto sopra ‘sto bossolo
Fammi il processo, sì, non me ne fotte un cazzo come a Johnny Depp, Johnny Rap, Johnny Guepp
Il mio obiettivo non è purché se ne parli
Non sono così moderno, i cazzi miei tu non farli
Tutti cantanti pop, pussa via, sció sció
La tua pussy, sì, ha preso mille zzoca e snitchi in un tv show
Tu non ti ispiri, è appropriazione
Faccio due giri (Cazzo), è associazione
Ti accoppo se dici: “La coppo”
Sono sempre più grosso, come in Lacoste il crocco

[Ritornello]
Le strade guardano
I ferri parlano
I soldi sparano
Più scaglie che in un sarago
Cuochi la tagliano
Roie la ragliano
Cani che abbaiano
Infami se la cantano

[Outro]
Nascevo nel 40 sarei stato Tony
Invece nell’80 resto G-U-E the one and only
Tu non sei Jack Harlow
Sei solo un Giancarlo che si sveglia giallo, scemo
G-U-E the one and only
G-U-E the one and only
G-U-E the one and only

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *