Aprendí – Morad: traduzione e testo canzone

Morad – Aprendí: traduzione e testo canzone

 

 

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

testo

Oh-oh-oh-oh-oh

Así es como aprendí, y así es como he creci’o
Y aprendí que de consejo’ de mi madre si me fio
Mama por favor, no abra’ puerta a policía
Ella no la abría, por que era comisaría
Que la mano amiga, no es la que se fía
Y que no se escupe en la mano que da comida
Al tiempo creciendo, y viendo movida’
Alguno’ por su vida, te quitarían to’a tu vida
Mira sin pensarlo, lo malo me descuido
Yo nunca me olvido de que alguno me ayudó
Soy feliz teniendo mucho’, que pocos amigos
Sigo siempre siendo el mismo con en el que no se viró
Amigos eran dos, al tiempo eran cuatro
Al rato era un grupo y quisieron quita’ aparato
La envidia sí creció, cuando crece tu trato
Te sale ya muy caro cuando quitan lo barato
Que yo no lo digo para que suene bonito
La envidia es problema, y el problema un delito
Que yo no puedo dejarme, si a nadie le quito
Nadie va a quitarme nunca ni un numerito
Y mira si era largo, que largo es el camino
Que todo el mundo habla y nadie cambia el destino
De trago’ muy amargo, de ruina’ y no de vino’
Equipo de primera con ninguno competimo’
En chándal yo bajaba, miradas eran poca’
Música yo enseñaba y no hablaba de coca
Y la que la escuchaba se volvía loca
El que lo escuchaba se volvía loco
Ante’ pa’ las bici’ no tenía ni poca
Ahora en los volante’ niño’ pagan todo a toca
Deteni’o me decían que yo era un masoca
Ahora me paran, se le abre la boca
Au—, Aunque digan que pare, te juro no pararé
Si mi madre sonríe entonce’ aquí yo seguiré
Si oyes algo malo, mañana reiré
Si caigo preso, a nadie le pediré
Que no sé lo que pasa, ni mañana pasará
Mi madre es la única que conmigo estará
En nervio’ no lo hablo, no sé de ansieda’
A nadie yo le cuento porqué no vale na’
Al tiempo vi que todo era malda’
La mano que se da, ni siquiera ya se quita
Al tiempo vi que todo era malda’
La vida solo, la vida más bonita

Oh-oh-oh-oh-oh, no le pido a nadie aunque necesite
Oh-oh-oh-oh-oh, el que habla malo luego te critica
Oh-oh-oh-oh-oh, en la vida todo lo malo resiste
Oh-oh-oh-oh-oh, pero lo bueno todo eso lo evita
Oh-oh-oh-oh-oh, no le pido a nadie aunque necesite
Oh-oh-oh-oh-oh, el que habla malo luego te critica
Oh-oh-oh-oh-oh, en la vida todo lo malo resiste
Oh-oh-oh-oh-oh, pero lo bueno todo eso lo evita

No—, No—, No es pa’ tanto, hacía el tonto
Estaba en la calle pero todo es lento
Sentimiento’ y momento’
Mama le decía que no quiero centro
No es pa’ tanto, no es pa’ tanto
Miro para el cielo, vuelo con el viento
No es un cuento, nunca miento
Problema’ diario pero estoy contento

traduzione

Oh oh oh oh oh

È così che ho imparato, ed è così che sono cresciuto
E ho imparato che il consiglio di mia madre è se mi fido
Mamma, per favore, non aprire la porta alla polizia
Non l’ha aperta, perché era una stazione di polizia
Che la mano che aiuta non è quella che si fida
E non sputare sulla mano che dà da mangiare
All’epoca crescendo e vedendo movida
Un po’ per la sua vita, ti porterebbero via tutta la vita
Guarda senza pensare, il male non bado
Non dimentico mai che qualcuno mi ha aiutato
Sono felice di avere un bel po’, quei pochi amici
Sono sempre lo stesso con quello che non si è girato
Gli amici erano due, all’epoca erano quattro
Dopo un po’ era un gruppo e volevano rimuovere il dispositivo
L’invidia è cresciuta, quando il tuo affare cresce
È già molto costoso quando portano via l’economico
Che non lo dico per farlo sembrare carino
L’invidia è un problema e il problema è un crimine
Che non posso abbandonare me stesso, se non lo prendo a nessuno
Nessuno mi prenderà mai un piccolo numero
E vedi se è stata lunga, quanto è lunga la strada
Che tutti parlino e nessuno cambi il destino
Di bevanda molto amara, di rovina e non di vino
Squadra di prima classe senza gareggiare
In tuta sono sceso, gli sguardi erano pochi
Musica che insegnavo e non parlavo di coca
E chi l’ha ascoltata è impazzito
Chiunque l’abbia sentito è impazzito
Prima per le bici non ne avevo nemmeno un po’
Adesso nei volantini ‘bambino’ si paga tutto per toccare
Smesso mi hanno detto che ero una masoca
Adesso mi fermano, la sua bocca si apre
Au— Anche se dicono basta, giuro che non mi fermerò
Se mia madre sorride, allora qui continuerò
Se senti qualcosa di brutto, domani riderò
Se cado prigioniero, non lo chiederò a nessuno
Che non so cosa sta succedendo, né accadrà domani
Mia madre è l’unica che sarà con me
Nervoso non lo parlo, non so di ansia’
Non dico a nessuno perché non vale niente
In quel momento ho visto che tutto era malvagio
La mano che viene data, non viene nemmeno tolta
In quel momento ho visto che tutto era malvagio
Solo la vita, la vita più bella

Oh-oh-oh-oh-oh, non chiedo a nessuno anche se ne ho bisogno
Oh-oh-oh-oh-oh, quello che parla male poi ti critica
Oh-oh-oh-oh-oh, nella vita tutto il male resiste
Oh-oh-oh-oh-oh, ma la cosa buona evita tutto questo
Oh-oh-oh-oh-oh, non chiedo a nessuno anche se ne ho bisogno
Oh-oh-oh-oh-oh, quello che parla male poi ti critica
Oh-oh-oh-oh-oh, nella vita tutto il male resiste
Oh-oh-oh-oh-oh, ma la cosa buona evita tutto questo

No—, No—, non è per così tanto, sono stato sciocco
Ero per strada ma tutto è lento
Sensazione’ e momento’
La mamma gli ha detto che non voglio un centro
Non è per così tanto, non è per così tanto
Guardo il cielo, volo con il vento
Non è una storia, non mento mai
Problema quotidiano ma sono felice

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *