Pistole nella LV – Niko Pandetta: testo singolo

Niko Pandetta – Pistole nella LV: testo singolo

 

 

Pistole nella LV è un singolo di Niko Pandetta contenuto nell’album Ricorso Inammissibile.

Di seguito trovate il testo del singolo:

Leggi anche —> Ricorso Innamissibile – Niko Pandetta: testi di tutti i singoli dell’album

testo

Scendo col ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don
Ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don

Sono il più criminale
Della scena italiana
Tu inventi belle storie ma non sai cos’è la strada
Spacciavo per mangiare, mica come ‘sti coglioni
Che lo fanno per poterlo dire dentro le canzoni
Pula, sbirro a casa ding dong dang, bim bum bam
Chiamo e fai bang bang
I sicari sotto casa tua ra-ta-ta, bang bang bang
Glock è carica
Pago il fra’, tu caccia l’M2

Scendo col ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un milliе sulla carta gold, chi è il Don
Ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistolе nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don

Chi-chi-chi è il boss
Baby ora dimmelo
Una collana non può comprarti
Neanche tutto l’oro e i diamanti
Mangio più di te
Ma è tutto inutile
Se non sei qui con me
Anche se mi giri attorno come
Hula-hoop, non mi muovo no
Sto pensando solo a sti soldi
Bro, nel cofano c’ho una borsa coi contanti e sette chili e mezzo
Ma mi hanno messo in mezzo e non è tutta roba mia
Cattiva compagnia

Scendo col ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don
Ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don

Sono il più criminale
Della scena italiana
Tu inventi belle storie ma non sai cos’è la strada
Spacciavo per mangiare, mica come ‘sti coglioni
Che lo fanno per poterlo dire dentro le canzoni
Pula, sbirro a casa ding dong dang, bim bum bam
Chiamo e fai bang bang
I sicari sotto casa tua ra-ta-ta, bang bang bang
Glock è carica
Pago il fra’, tu caccia l’M2

Scendo col ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un milliе sulla carta gold, chi è il Don
Ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistolе nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don

Chi-chi-chi è il boss
Baby ora dimmelo
Una collana non può comprarti
Neanche tutto l’oro e i diamanti
Mangio più di te
Ma è tutto inutile
Se non sei qui con me
Anche se mi giri attorno come
Hula-hoop, non mi muovo no
Sto pensando solo a sti soldi
Bro, nel cofano c’ho una borsa coi contanti e sette chili e mezzo
Ma mi hanno messo in mezzo e non è tutta roba mia
Cattiva compagnia

Scendo col ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don
Ferro in mano
O nella Ferragamo
Pistole nella Louis Vuitton, oh my god
Chiave in mano, i contanti li pesiamo
Un millie sulla carta gold, chi è il Don

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *