Il Ferro di Čechov – Kid Yugi: testo singolo

Kid Yugi – Il Ferro di Čechov: testo singolo

 

 

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

Kid yugi antidolo

Al ferro di Čechov non serve un mirino
Sto con la morte e la vita in un threesome
Da sceicco bigamo rasoio di Occam ci cammino a filo

Dicono spacchi ma non ti capisco
Non ho mai chiesto però che capissero
Mi sento solo non mi sento libero
Parlo di droga la droga mi parla mi dice bellissimo
Mi strappo la pelle non voglio più fingere

Anche il pensiero più piccolo venga stanato
Dal suo nascondiglio sta vita é un circo

Cazzo di Grand Guignol
Non sono esausto g lo sforzo é minimo
Non invento niente le auree bisbigliano
Parlo di morte mi ha dato un motivo
Faccio sta merda oppure non esisto
Il mio vecchio gruppo era un gruppo sanguigno
Eppure si é sciolto perché c’era attrito
Ti voglio bene anche se mi hai tradito
Ero atterrito ma poi ho scritto il disco
Non sarei un cazzo non fosse per Dile
Non sarei un cazzo non fosse per Ginko
Euro con Asmod da quand’ero bimbo
Se non c’é Mario mi sento smarrito
A me fotte un cazzo di essere ricco
Se domani mi sveglio lo sa solo cristo

Se non lascio nulla allora avrò fallito
Ho peccato molto ma non ho mai finto
Io resto realness con un respiro
Qui sembra dubliners non é Dublino
Io tilto il loop per rompere il ciclo
Se passa l’angelo può farmi screenshot
Mi credevo profondo mi chiamavo Abisso
Non lo vedevo manco io
Facevo schifo tiravo il servizio
Al liceo ci andavo senza aver dormito
Drug addiction era un labirinto

A me piaceva ma il cuore non era del mio stesso avviso
Mi sono fermato o sarei finito dammi un obiettivo
Che poi é capace che miro e lo misso
L’autodistruzione era la mia mission
5 saponette diventano un singolo
É neorealismo non facciamo fiction
Ciò che dico lo vivo

Tu lo senti a un altro che lo sente in giro
Droghe sintetiche tra un po’ mi sbriciolo
Dolore fisico mi tiene a mente che esisto
Tutta sta fisica ricorda sempre che striscio

Tu dammi del viscido
Aiuti a morire come il tabagismo
Fai gli occhi grandi manco fosse un ictus
Io invece tremo se non metti il gimbal
Levami l’anima lavala in Whirlpool

Tagli sulla gola che non cicatrizzano
Muoio a 21 strafatto di speed
Parlo del diavolo un diavolo niveo
Un salto nel vuoto ma senza un arrivo
Non ho un taxi ma guadagno ogni giro
O mi portano o io non finisco
Un coltello ti accarezza il timpano
Certi fake ancora sottostimano
Questo é solo l’ennesimo stimolo
L’odio sará sempre reciproco
Tu cambiami il viso rendimi un simbolo
Rendi noto che precepito
Kid yugi antihero anticristo
Il ferro di Čechov mi toglie il respiro
Allucinazioni che ho mentre spiro
Siete tutti sbirri ecco perché spicco
Finché la terra non sarà un cuscino
Finché le stelle non cadranno a picco
Finché la notte non sarà mattino
Finché sarò vivo e non solo cibo
Finché non mi ossido finché non marcisco
Finché mi consolo con cose che uccidono
Finché mi abbandonano senza un addio
Finché mi critico dico fallito
Finché la fine sarà un lenitivo
Kid yugi antiidolo

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *