Cup – Shiva: testo singolo

Shiva – Cup: testo singolo

 

 

Cup è un singolo di Shiva contenuto nell’album Milano Demons.

Di seguito trovate il testo del singolo:

Leggi anche —> Shiva – Milano Demons: testi di tutti i singoli dell’album

testo

Uoh, uoh (Uoh, uoh)
Questa è Milano, Milano
1,2,3, andiamo

Non vedo più il fondo del cup (Cu-cup)
É sporco come ‘sta città (Milano)
VVS, sono star (Star)
Non accendo i fari (No, no)
Non soffro la febbre del cash (Cash)
Dei soldi e la notorietà (Bu-bu)
Lei mi può fare di tutto ma non tocca gli affari

Yo, punto primo, non permetterti
Uno di fottermi, due di intrometterti
Più aprite bocca più sembrate deboli
Sotto ste tegole troppi pettegoli (Shhh)
La scena fa da scolapasta perché le mie rime sono dei proiettili (Bu, bu, bu)
Ogni scelta che faccio è difficile, ho solo due spalle ed entrambe coi demoni (Esatto)
Non avevo niente da perdere, a Corsico con tre telefoni (Drin, drin)
Infami son così da secoli, doppia faccia ma non giocano a Memory (No, no)
Ho un cuore talmente ghiacciato che sembra che un anno c’abbia quattro inverni (Ah, ah)
I miei idoli nei cimiteri, la mia anima sui marciapiedi (Bu, bu, Milano)
Io do una speranza a ‘sti raga
Sai, la fame non gli manca
Gli mancano dei soldi in tasca
In più già la tuta è bucata
Mamma mamma ce l’ho fatta
Ma non ho avuto mai pausa
Il tour la mia sola vacanza
Lei ingoia ‘sta vita sbagliata (Santana)

Non vedo più il fondo del cup (Cu-cup)
É sporco come sta città (Milano)
VVS, sono star (Star)
Non accendo i fari (No, no)
Non soffro la febbre del cash (Cash)
Dei soldi e la notorietà (Bu bu)
Lei mi può fare di tutto ma non tocca gli affari

Ehi, let’s go
Santana Gang, leggi il tatuaggio
La madama ascolta anche i sogni che faccio
Nemmeno Google sa il mio patrimonio
Perché teniamo, fra’, tutto cartaceo
Di quest’ambiente ne sono un riflesso
Infatti metto lenti Cartier a specchio (Let’s go)
Va tutto bene finché son protetto
E dalla parte giusta di questo grilletto
Giro grosso, vedi, ho i pantaloni pieni (Cash, cash)
Laser rosso, Daytona con facce verdi
E io no, non posso scendere a compromessi
Ora ho big e hater che mi fanno i complimenti
E ci sarà il giorno in cui potremo vendicarci (Milano)
Con queste pussy che si sentono intoccabili (Milano)
Sto su un G Wagon a duecentomila orari (Skrt-skrt)
Fra’, non ti vedo nei miei vetri laterali (Skrt-skrt)
No cheese nelle foto al flash, G, sono pronto al guess
Pure alla guerra, e no che non ho paura (No, no)
Qui per essere il re, non per stare con te
Lean nel mio double cup, stick nella mia cintura (Brr-brr)
Drin, rispondo: “Chi è?”, PIN per il double check
Ritiro tutto cash, big nella money bag
Rich dalle case trap, rich dalle case trap
Che cazzo vuoi da me? Che cazzo vuoi da me?
Ok, andiamo

Non vedo più il fondo del cup (Cu-cup)
É sporco come sta città (Milano)
VVS, sono star (Star)
Non accendo i fari (No, no)
Non soffro la febbre del cash (Cash)
Dei soldi e la notorietà (Bu bu)
Lei mi può fare di tutto ma non tocca gli affari

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *