Cactus – Belinda: traduzione e testo canzone

Belinda – Cactus: traduzione e testo canzone

 

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

testo

Hoy quiero sacar to’ esto que lleva cargando mi corazón
Porque la terapia ayuda, pero la música sana más cabrón
Y al final no hay bien sin mal
Y el dolor se pasará
Ya volví, Beli
Beli, bélica

Mi pecho no es bodega, todo pa’ fuera
Lo que me hace mal se va pa’ la mierda
No fuiste lo que esperé de ti
Carajo, cómo me hiciste sufrir
Dicen que todo sana con tequila
Bebo y nomás le echo sal a la herida
Por lo menos bailo esta canción
Y salud a las que están igual que yo

Bebo, salud por tu recuerdo
No veo el olvido lejos
Me costó mil pedas no llamarte cruda y hacerme la dura
Bebo, y salud por to’ los besos
¿De qué te sirvió tatuarte mis ojos pa’ luego borrarlos con otros?

No todo fue lo que me mostrabas
Si supieran cómo tú me tratabas
Una piedra que no fue real
En un compromiso para aparentar
A lo hecho, pecho, con o sin despecho
A nuestro amor no le diste el respeto
Yo nunca dije nada de ti
Y con mucha clase yo me fui

Bebo, salud por tu recuerdo
No veo el olvido lejos
Me costó mil pedas no llamarte cruda y hacerme la dura
Bebo, y salud por to’ los besos
¿De qué te sirvió tatuarte mis ojos pa’ luego borrarlos con otros?

Uh-uh-uh, uh-uh, uh-uh
Uh-uh-uh, uh-uh, uh-uh
Uh-uh-uh, uh-uh, uh-uh

traduzione

Oggi voglio togliere tutto ciò che il mio cuore ha portato con sé
Perché la terapia aiuta, ma la musica cura più bastarda
E alla fine non c’è bene senza male
E il dolore passerà
Sono tornato, Beli
Beli, bellicoso

Il mio baule non è un magazzino, è tutto fuori
Ciò che mi rende cattivo va all’inferno
Non eri quello che mi aspettavo da te
Maledizione, quanto mi hai fatto soffrire
Dicono che tutto guarisce con la tequila
Bevo e aggiungo solo sale alla ferita
Almeno ballo questa canzone
E salute a chi è come me

Bevo, brinda alla tua memoria
Non vedo l’oblio lontano
Mi è costato mille cose non darti del maleducato e non comportarmi da duro
Bevo, e salute per tutti i baci
A cosa ti è servito tatuarmi gli occhi e poi cancellarli con altri?

Non tutto era quello che mi hai mostrato
Se sapessero come mi hai trattato
Una pietra che non era reale
Nell’impegno di fingere
A ciò che viene fatto, di petto, con o senza dispetto
Non hai rispettato il nostro amore
Non ho mai detto niente su di te
E con molta classe me ne sono andato

Bevo, brinda alla tua memoria
Non vedo l’oblio lontano
Mi è costato mille cose non darti del maleducato e non comportarmi da duro
Bevo, e salute per tutti i baci
A cosa ti è servito tatuarmi gli occhi e poi cancellarli con altri?

Uh-uh-uh, uh-uh
Uh-uh-uh, uh-uh
Uh-uh-uh, uh-uh

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *