In Italia 2024 – Fabri Fibra: testo singolo

Fabri Fibra, Emma & Baby Gang – In Italia 2024: testo singolo

 

In Italia 2024 è un singolo di Fabri Fibra con Emma & Baby Gang.

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

[Intro]
In Italia, in Italia
In Italia, in Italia
In Italia, in Italia
In Italia

[Strofa 1: Fabri Fibra]
Dove fuggi? In Italia
Pistole e macchine in Italia
Machiavelli e Foscolo in Italia
I campioni del mondo sono in Italia
Benvenuto in Italia
Fatti una vacanza al mare in Italia
Meglio non farsi operare in Italia
E non andare all’ospedale in Italia
La bella vita in Italia
Le grandi serate e i gala in Italia
Fai affari con la mala in Italia
Il vicino che ti spara in Italia

[Ritornello: Emma]
Ci sono cose che nessuno ti dirà (Ti dirà)
Ci sono cose che nessuno ti darà (Ti darà)
Sei nato e morto qua, sei nato e morto qua
Nato nel Paese delle mezze verità
Ci sono cose che nеssuno ti dirà (Ti dirà)
Ci sono cose che nessuno ti darà (Ti darà)
Sеi nato e morto qua, sei nato e morto qua
Nato nel Paese delle mezze verità
You might also like

[Strofa 2: Baby Gang & Fabri Fibra]
Dove fuggi? Dall’Italia
Elegante, borsa Gucci dall’Italia
Ferrari e Lamborghini dall’Italia
È pieno di magrebini in Italia, come?
Fascisti e razzisti al comando in Italia
Ti accendi una canna, puoi finire in una gabbia
Prendi una condanna che non vedi più tua mamma
Dal 2024 al 2040
Non è Chicago né Atlanta, ma siamo in Italia
Paese dei corrotti e della mafia
Dove i tuoi soldi non sono sicuri in banca
Perché da un giorno all’altro possono finire in tasca
Non è Renato Vallanzasca che intasca
Ma qua chi ci rapina sta in giacca e cravatta
Lo Stato ci descrimina soltanto per la faccia
Lo sanno che una penna può far più male di un’arma

[Ritornello: Emma]
Ci sono cose che nessuno ti dirà (Ti dirà)
Ci sono cose che nessuno ti darà (Ti darà)
Sei nato e morto qua, sei nato e morto qua
Nato nel Paese delle mezze verità
Ci sono cose che nessuno ti dirà (Ti dirà)
Ci sono cose che nessuno ti darà (Ti darà)
Sei nato e morto qua, sei nato e morto qua
Nato nel Paese delle mezze verità

[Strofa 3: Fabri Fibra]
Dove fuggi?
C’è una guerra ogni giorno al telegiornale
Se fai soldi in Italia, c’hai contro tutti
Scendi in strada con gli amici a festeggiare
Mani in alto o puoi finire come Cucchi
Per l’industria c’ho una mente militare
Metal Jacket, sembra un film di Stanley Kubrick
Dimmi ancora quante rime devo fare
Per sentirmi dire: “Sei speciale”
Quante rime devo fare per non finire a un talent
Per non rubare, non spacciare, non sparare
Perdo la fede, è un reato federale
Peggio la rete o finire nelle retate?
Nelle mani sbagliate, altolà, Tortora
Una pioggia di lacrime color porpora
Qui brucia la speranza, quindi, bro, soffoca
Sei nato e morto qua, nato qua e morto qua

[Ritornello: Emma]
Ci sono cose che nessuno ti dirà (Ti dirà)
Ci sono cose che nessuno ti darà (Ti darà)
Sei nato e morto qua, sei nato e morto qua
Nato nel Paese delle mezze verità
Ci sono cose che nessuno ti dirà (Ti dirà)
Ci sono cose che nessuno ti darà (Ti darà)
Sei nato e morto qua, sei nato e morto qua
Nato nel Paese delle mezze verità

[Outro: Emma]
(Ti dirà)
(Ti darà)
(Ti dirà)
(Ti darà)

Fabri Fibra, pseudonimo di Fabrizio Tarducci, è uno dei rapper italiani più prolifici e apprezzati della scena musicale italiana. Nato a Senigallia nel 1976, Fabri Fibra ha iniziato la sua carriera musicale negli anni ’90 come parte del duo hip hop Uomini di Mare, insieme al rapper Neffa. Dopo lo scioglimento del gruppo, Fabri Fibra ha iniziato la sua carriera da solista, pubblicando il suo primo album “Tradimento” nel 2002.

“Tradimento” ha rappresentato una vera e propria svolta per il rap italiano, grazie alle liriche taglienti e provocatorie di Fabri Fibra e alla produzione innovativa di Neffa. L’album è diventato un successo immediato, conquistando sia il pubblico che la critica e guadagnando numerosi premi e riconoscimenti. Da allora, Fabri Fibra ha continuato a pubblicare una serie di album di successo, tra cui “Bugiardo” nel 2005, “Chi vuole essere Fabri Fibra?” nel 2007 e “Controcultura” nel 2010.

Oltre alla sua carriera musicale, Fabri Fibra è anche noto per il suo impegno sociale e politico. Le sue liriche affrontano temi complessi come l’immigrazione, la violenza contro le donne e la discriminazione, spingendo il pubblico a riflettere su questioni importanti della società contemporanea. Inoltre, Fabri Fibra è stato attivo nel sostenere varie cause umanitarie e ambientali, dimostrando il suo impegno per un mondo più giusto e sostenibile.

Nel corso degli anni, Fabri Fibra ha consolidato la sua reputazione di artista versatile e innovativo, collaborando con numerosi artisti italiani e internazionali e continuando a esplorare nuovi generi musicali e stili. La sua capacità di reinventarsi costantemente e di rimanere rilevante nella sempre mutevole industria musicale è ciò che lo rende un vero e proprio icona della musica italiana.

In conclusione, Fabri Fibra è un artista straordinario che ha lasciato un’impronta indelebile sulla scena musicale italiana. Con le sue liriche incisive, la sua capacità di reinventarsi costantemente e il suo impegno sociale, Fabri Fibra è un esempio di come la musica possa essere un potente strumento di cambiamento e di trasformazione.

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *