A Nightingale Sang in Berkeley Square – Michael Bublé: traduzione e testo canzone

Michael Bublé – A Nightingale Sang in Berkeley Square: traduzione e testo canzone

 

 

A Nightingale Sang in Berkeley Square è una canzone di Michael Bublé contenuta nell’album Higher.

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

testo

That certain night
The night we met
There was magic abroad in the air
There were angels dining at the Ritz
And a nightingale sang in Berkeley Square

I may be right, I may be wrong
But I’m perfectly willing to swear
That when you turned and smiled at me
A nightingale sang in Berkeley Square

The moon that lingered over London town
Poor puzzled moon, wore such a frown
How could he know we two were so in love?
The whole darn world seemed upside down

The streets of town were paved with stars
It was such a romantic affair
And when you turned and smiled at me
A nightingale sang in Berkeley Square

How strange it was
How sweet and strange
There was never a dream to compare
What that hazy, crazy night we met
When a nightingale sang in Berkeley Square

Ah, this heart of mine beat loud and fast
Like a merry-go-round in a fair
And we were dancing cheek to cheek
When a nightingale sang in Berkeley Square

When dawn came stealing up all gold and blue
To interrupt our rendezvous
I still remember when you smiled and said
“Was that a dream or was it true?”

Our homeward steps were just as light
As the dancing feet of Astaire
And like an echo far away
A nightingale sang in Berkeley
That night in Berkeley
That night in Berkeley Square

traduzione

Quella certa notte
La notte che ci siamo incontrati
C’era magia nell’aria
C’erano angeli che cenavano al Ritz
E un usignolo cantava a Berkeley Square

Potrei avere ragione, potrei sbagliarmi
Ma sono perfettamente disposto a giurare
Che quando ti sei girato e mi hai sorriso
Un usignolo cantava a Berkeley Square

La luna che indugiava sulla città di Londra
Povera luna perplessa, indossava un tale cipiglio
Come poteva sapere che eravamo così innamorati?
L’intero dannato mondo sembrava sottosopra

Le strade della città erano lastricate di stelle
Era un affare così romantico
E quando ti sei girato e mi hai sorriso
Un usignolo cantava a Berkeley Square

Com’era strano
Che dolce e strano
Non c’è mai stato un sogno da confrontare
Che notte nebbiosa e pazza che abbiamo incontrato
Quando un usignolo cantava a Berkeley Square

Ah, questo mio cuore batte forte e veloce
Come una giostra in una fiera
E stavamo ballando guancia a guancia
Quando un usignolo cantava a Berkeley Square

Quando l’alba venne a rubare tutto l’oro e il blu
Per interrompere il nostro appuntamento
Ricordo ancora quando sorridevi e dicevi
“Era un sogno o era vero?”

I nostri passi verso casa furono altrettanto leggeri
Come i piedi danzanti di Astaire
E come un’eco lontana
Un usignolo cantava a Berkeley
Quella notte a Berkeley
Quella notte a Berkeley Square

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *