l%p – thasup, Mara Sattei: testo singolo

thasup, Mara Sattei – l%p: testo singolo

 

 

l%p è un singolo di thasup con Mara Sattei contenuto nell’album c@ra++ere s?ec!@le.

Di seguito trovate il testo del singolo:

Leggi anche —> c@ra++ere s?ec!@le – thasup: testo di tutti i singoli dell’album

testo

Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio pago ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa

Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop

Dico sincera
Mille sottili tormenti in platea
Che odio ‘sta scena
Quando un tuo limite pare mi crea
È fitta sui monti
Nave in soffitti di un’altra atmosfera
Argini inutili e riempiamo stanze
Quando mi fissi, io immersa in apnea
Pensa che strano, sì, quando rischio
Gli occhi miei un faro che acceca al tramonto
Dentro una mano
L’amore che ho
Fissiamo chiaro
Dentro il tornado
Scegli quale parte prendo
Io convivo con l’amaro in bocca, mischio e penso
Sciocco tutto il dolorе che bussa sul ciglio

E io spesso zitta e sola mentre gli sto aprendo
Guardo dritto e lo patisco
Mille fasi in tasti, è un click, no
L’ho descritto
Siamo in acquario in vista e un mare finto
Come se cercassi luce in un abisso
Connessi in intermittenza e aspetto un intro
Cose che alla mente mie sembrano un circo
E scegli di farmi male e io mi fermo
Come se cercassi amore e poi lo disfo

Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop

Giù nel loop
Dove tutto cambia ma in parte
Tu sei più
Qui giuro ma sembri distante
Non son come gli infami che pensan ad altre
Nel cuore c’ho lame che sembrano infrante
Chiudo i cellphones
Che tanto non servono, no no
Dici peggio che così mi perdo, ma no no
Io me stessi l’ho trovato ma immerso nel buio
Tra chi ha chiesto e non se l’è chiesto
Non ho bisogno di ali se cadrò
A chi è perfetto io non ci credo
Penso spesso che a volte son certo che tutto
Cambia il tempo ma chi lo ha concesso
Da solo
Giro in cerchio
In passi che ho scommesso
Li conto
Tra chi ho addosso e in fondo ho già perso

Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio pago ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa

Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop

Dico sincera
Mille sottili tormenti in platea
Che odio ‘sta scena
Quando un tuo limite pare mi crea
È fitta sui monti
Nave in soffitti di un’altra atmosfera
Argini inutili e riempiamo stanze
Quando mi fissi, io immersa in apnea
Pensa che strano, sì, quando rischio
Gli occhi miei un faro che acceca al tramonto
Dentro una mano
L’amore che ho
Fissiamo chiaro
Dentro il tornado
Scegli quale parte prendo
Io convivo con l’amaro in bocca, mischio e penso
Sciocco tutto il dolorе che bussa sul ciglio

E io spesso zitta e sola mentre gli sto aprendo
Guardo dritto e lo patisco
Mille fasi in tasti, è un click, no
L’ho descritto
Siamo in acquario in vista e un mare finto
Come se cercassi luce in un abisso
Connessi in intermittenza e aspetto un intro
Cose che alla mente mie sembrano un circo
E scegli di farmi male e io mi fermo
Come se cercassi amore e poi lo disfo

Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop

Giù nel loop
Dove tutto cambia ma in parte
Tu sei più
Qui giuro ma sembri distante
Non son come gli infami che pensan ad altre
Nel cuore c’ho lame che sembrano infrante
Chiudo i cellphones
Che tanto non servono, no no
Dici peggio che così mi perdo, ma no no
Io me stessi l’ho trovato ma immerso nel buio
Tra chi ha chiesto e non se l’è chiesto
Non ho bisogno di ali se cadrò
A chi è perfetto io non ci credo
Penso spesso che a volte son certo che tutto
Cambia il tempo ma chi lo ha concesso
Da solo
Giro in cerchio
In passi che ho scommesso
Li conto
Tra chi ho addosso e in fondo ho già perso

Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio pago ma lo rifaccio a loop
Quando svago, so che sbaglio
Pardon chiedo scusa
Ma, se cado, mi alzo e guardo dall’alto chi mi usa
Mica piango, fallo tu
Se sbaglio, pago, ma lo rifaccio a loop

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *