Paganini – Kid Yugi: testo singolo

Kid Yugi – Paganini: testo singolo

 

Paganini è un singolo di Kid Yugi.

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

Ksub, ksub

Sto pensando ai soldi, i soldi sono il focus
Io li faccio apparire dicendo: “Hocus Pocus”
Troppo svegli per ‘sto gioco, cambieremo modus
Scopo anche in sovrappeso, mi sento Notorious
Tu da come parli sembra che hai una vita bonus
Do speranza alla mia gente, Yung 3p è una Onlus
Kebab, salsa yogurt, io non mangio tofu
Dieci mitra in sincro, sembraranno il chorus
In una live al Forum, Yugi ultimo shōgun
Questa merda è il mio tesoro, lo difendo come Gollum
Pressione addosso, salvo la mia terra come Goku
Voglio comprarmi un panzer, non voglio una Lotus
Terzo occhio, è quello di Horus, [?]
Questa non è trap, puoi definirla un Horcrux
Non ho mai preso il Valium, San Cosimo era 00pium
Il mio slang indecifrabile, sembra latinorum
Torno a caso sul nastro di Moebius, rap magnum opus

Un genio non ripete
Dite che mi ammazzate, io rispondo: “In quanti siete?”
Finalmente va come si deve, dieci K al mese
In una settimana tre troie diverse
Mi sento bene perché
Un genio non ripete
Dite che mi ammazzate, io rispondo: “In quanti siete?”
Sete di sangue nelle strade, non ce la farete
‘Sta merda era senza mercato, ma mo’ ha preso piede
Ora la gente ci crede, il cielo provvede

Patto con il diavolo, Nicolò Paganini
Questo non comandano, sono cavallini
Vogliono fare brutto, sono patatini
Scendi in Puglia, torni con il buco come i tarallini
Cinque chili di prodotto fatto tutto a pallini
Arrivo in motoscafo che fa invidia pure ai tabacchini
I fiori del male ormai sono appassiti
Chi va con lo zoppo impara che ‘sta vita è fatta a scalini
La mano in petto del mea culpa sembra un harakiri
Siamo luminari tra [?]
Ci hai nominato sette volte, noi siamo appariti
I miei seguaci non hanno i miei poster, hanno i miei altarini
Stavo coi delinquenti, adesso in mezzo agli affaristi
Con le candele in un seminterrato come i satanisti
Alcolizzati, siamo casinisti
Sono a cena coi ricchi, li chiamo: “Carissimi”, Kid Yugi

Un genio non ripete
Dite che mi ammazzate, io rispondo: “In quanti siete?”
Finalmente va come si deve, dieci K al mese
In una settimana tre troie diverse
Mi sento bene perché
Un genio non ripete
Dite che mi ammazzate, io rispondo: “In quanti siete?”
Sete di sangue nelle strade, non ce la farete
‘Sta merda era senza mercato, ma mo’ ha preso piede
Ora la gente ci crede, il cielo provvede

Negli anni 2000 e oltre, la scena rap italiana ha assistito a una significativa espansione e diversificazione con l’emergere di numerosi giovani talenti. Questi rapper hanno contribuito a ridefinire il panorama musicale italiano, portando nuovi stili, tematiche e approcci alla scena hip-hop del paese.

Uno dei nomi più noti è Sfera Ebbasta, il rapper milanese che ha raggiunto una vasta popolarità grazie ai suoi successi commerciali e alle influenze trap nella sua musica. Il suo impatto è stato così rilevante che ha contribuito a consolidare il genere trap come uno dei più dominanti nel panorama rap italiano.

Ghali è un altro artista di spicco che ha portato una prospettiva multiculturale alla scena rap italiana. Nato in Italia da genitori tunisini, Ghali ha incorporato elementi delle sue radici culturali nelle sue canzoni, diventando una figura influente nella rappresentazione della diversità nella musica italiana.

Il duo composto da Capo Plaza e AVA ha portato una forte presenza della trap nella scena italiana. Capo Plaza, in particolare, ha guadagnato popolarità grazie alle sue energiche performance e alle liriche che riflettono la vita urbana e le esperienze giovanili.

Rocco Hunt, originario di Salerno, è un altro rapper che ha contribuito a ridefinire la scena hip-hop italiana introducendo il dialetto napoletano nelle sue canzoni. La sua musica spesso affronta questioni sociali e offre uno sguardo autentico sulla vita quotidiana.

Il collettivo Dark Polo Gang ha raggiunto una notevole popolarità con il loro stile unico che mescola elementi punk, trap e rap. Hanno portato un’energia fresca e sperimentale alla scena, ottenendo un seguito appassionato.

MadMan è un rapper che ha attirato l’attenzione per la sua abilità lirica e la sua versatilità musicale. Ha collaborato con diversi artisti e ha contribuito a espandere il vocabolario musicale del rap italiano.

Questi giovani rapper italiani hanno portato innovazione e freschezza alla scena musicale del loro paese, contribuendo a definire un’identità unica per il rap italiano nel contesto globale della musica hip-hop. La diversità di stili, influenze e prospettive ha reso la scena rap italiana sempre più ricca e apprezzata, con nuovi talenti che continuano a emergere e a plasmare il futuro della musica hip-hop nel paese.

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *