Nel tuo mare – Mahmood: testo canzone

Mahmood – Nel tuo mare: testo canzone

 

Nel tuo mare è una canzone di Mahmood contenuto nell’album Nei letti degli altri.

Di seguito trovate il testo della canzone:

Leggi anche —> Mahmood – Nei letti degli altri: testi di tutte le canzoni dell’album

testo

Portami giù nel tuo mare
Blu senza fine
Non sarà più come prima
Neanche una lacrima sulla cartina

Soli dentro a un bilocale
Senza dormire
Abbracciami per favore
Apro gli occhi e sono solo

Dici non sei come gli altri ma sei come loro
T’innamori di un altro coglione
Solo per stare con qualcuno
Mi dici non sono nessuno
Quanto ci hai messo a mandarmi affanculo
Sembravamo impazziti
Siamo mai stati felici?

Non lasciarmi prendere dalle onde
Scordati di me negli aeroporti
Cercarti tra i ricordi non mi va
Quando ti facevo guidare per chilometri
Forse un po’ immaturo nei miei limiti
Ti lascerò andare prima o poi
Per non morire di noi, di noi, di noi, no
Di noi, di noi, di noi, no

Accetta le mie paure
L’hai fatto sempre
Come uno schiaffo sul viso
Sono un bastardo, uno stronzo narciso

Fumavo in campi di grano, poi mi sdraiavo
Con te per ore
Mi dicevi: “Tu non hai emozioni”
Più che finire in un threesome
Volevo dei fiori

Mi imbarazzo guardando indietro
Le volte in cui avevi ragione
Con gli occhi pieni di rancore
Al porto di Genova gridavi: “Amore”
Quanto siamo felici
Salutandoci da amici

Non lasciarmi prendere dalle onde
Scordati di me negli aeroporti
Cercarti tra i ricordi non mi va
Quando ti facevo guidare per chilometri
Forse un po’ immaturo nei miei limiti
Ti lascerò andare prima o poi
Per non morire di noi, di noi, di noi, no
Di noi, di noi, di noi, no

Non ti vergognare
Se ciò che provi per me
Non è più ciò che ti piaceva immaginare
Se il nuovo tipo che hai
Non me lo riesci a presentare
Le nuove storie sai aiutano a scordare
Vecchi nodi da lasciare andare
Quello di noi, di noi, di noi, no

Mahmood, nome completo Alessandro Mahmoud, è un cantautore italiano nato il 12 settembre 1992 a Milano. Salito alla ribalta nel 2019, Mahmood ha conquistato il cuore del pubblico italiano e internazionale con la sua musica innovativa e il suo stile unico.

Il suo percorso musicale ha avuto inizio con la partecipazione al talent show “X Factor” nel 2012, ma è stato nel 2019 che Mahmood ha ottenuto il massimo riconoscimento vincendo il Festival di Sanremo con il brano “Soldi”. La canzone, caratterizzata da un mix di sonorità pop, R&B e influenze etniche, ha affascinato il pubblico per la sua originalità e profondità.

Il successo di “Soldi” ha aperto le porte a Mahmood anche a livello internazionale. Successivamente, ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest 2019, raggiungendo il secondo posto con una performance carismatica e apprezzata da critica e fan. La sua presenza scenica e la capacità di mescolare diversi generi musicali hanno reso Mahmood un’artista versatile e moderno, capace di conquistare un pubblico eterogeneo.

Oltre alla sua carriera musicale, Mahmood è diventato un’icona di stile, con il suo look distintivo e la sua presenza magnetica sul palco. La sua autenticità e il suo modo di esprimere emozioni complesse attraverso la musica lo hanno reso un punto di riferimento per molti giovani che si identificano con la sua sensibilità artistica.

Nonostante il successo internazionale, Mahmood ha mantenuto un legame profondo con le sue radici italiane. La sua musica riflette spesso tematiche personali e sociali, e la sua voce unica continua a influenzare la scena musicale contemporanea.

In conclusione, Mahmood è più di un semplice cantautore di successo; è un artista che ha saputo rompere schemi e conquistare il pubblico con la sua originalità e autenticità. Il suo percorso è un esempio di come la diversità musicale possa trovare spazio e successo anche in contesti tradizionali, contribuendo così a plasmare la scena musicale italiana in una direzione più aperta e inclusiva.

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *