Come realizzare un make-up naturale: tutorial e consigli

 

 

Poche ragazze sanno che per andare dritte al cuore dei maschietti non bisogna eccellere con il trucco. Leggerezza ed effetto “no make-up” sono l’arma vincente per apparire più belle di quanto già non si sia acqua e sapone. Per questo motivo, metti cinque minuti da parte le migliori slot online soldi veri, e dedicati a questa guida su come realizzare un make-up naturale.

La base

Per realizzare un buon trucco, naturale o non che sia, ci vuole un’ottima base. La prima regola è di non esagerare con il fondotinta, si possono usare anche basi con poca coprenza, proprio perché bisogna creare quella sensazione di totale assenza di prodotti sul viso. Se poi non hai particolari discromie della pelle, puoi anche puntare solo su un correttore per occhiaie o da sfumare leggermente sulle piccole imperfezioni del viso.

Ricorda di scegliere tonalità che sono simili al tuo incarnato, non troppo scure e non troppo chiare, perché altrimenti si crea un effetto troppo poco naturale.

Cipria e illuminante

Dopo la base si passa alle polveri. La cipria deve essere usata pochissimo, solo se si ha una pelle mista grassa. Chi ha la pelle secca può farne a meno. Applicata con un pennello piccolo e solo dove necessario creerà armonia del profilo. Concentrati ai lati del naso, nella zona T della fronte e sul mento. Cerca di passare poco anche nei punti in cui hai applicato il correttore per evitare che quest’ultimo vada a concentrarsi nelle pieghe intorno agli occhi (se dovesse accadere ciò basta togliere l’eccesso d correttore con un dito o con un cotonfioc tamponando poi dopo con la cipria).

Dell’illuminante volendo puoi anche fare a meno. Si chiama trucco naturale proprio perché devi sembrare come se non ci fosse alcun prodotto sulla pelle. Se però per te è un must, opta per i modelli in crema nel caso di pelle secca, e per prodotti in polvere in caso di pelle mista. Si applica una piccola quantità, solo sullo zigomo. Ricorda che puoi metterlo sia prima che dopo il fondotinta, e che deve essere sfumato come si deve verso la parte esterna del viso, in prossimità dell’angolo esterno dell’occhio.

Le sopracciglia

Se sei fortunata ad avere una forma di sopracciglia perfetta, bypassa questo step. Tieni presente che sono proprio le sopracciglia a dare espressione al nostro volto, e sono il segreto per un make-up acqua e sapone. Se hai invece le sopracciglia spettinate, prova a gestirle con uno scovolino e con un gel trasparente, soprattutto se non hai molta dimestichezza con le matite. In alternativa in commercio trovi anche dei mascara colorati, se vuoi dare più intensità all’arcata, basta scegliere la nuance giusta.

Rossetto e fard

Lo sapevi che il rossetto si può anche usare come fard? Ecco perché abbiamo messo questi due step insieme. Sceglie la tonalità di rossetto che vuoi usare, applicato sulle labbra dopodiché mettine pochissimo sulle gote e con un pennellino sfuma verso la parte esterna del viso. In questo modo creerai un effetto naturale, e un look monocromatico. Ricorda di non sfumare il blush fino allo zigomo, perché lì abbiamo già applicato l’illuminante. Volendo puoi sostituire il blush con la terra per un effetto ancora più naturale.

Sigilla tutto con il mascara

Sugli occhi non consigliamo di applicare nulla, al massimo crea un po’ di ombreggiatura con la terra, ma nulla di troppi calcato. Il trucco per dare intensità all’occhio è il mascara. Dove applicarlo, ciglia superiori e inferiori? Dipende tutto dal tuo gusto personale e dalla forma del tuo occhio, ma anche dall’effetto che intendi creare. Ad esempio se vuoi dare la forma allungata da occhi di gatto, concentrati a pettinare le ciglia esterne. Inoltre se metti molto mascara sopra, non esagerare nella parte inferiore, e viceversa. Trattandosi di look naturale meglio rimanere in equilibrio.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ilaria

Diplomata al liceo scientifico e laureata in fisioterapia, ha la passione per le serie tv, la cucina e le recensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *