Comandamento – Paky ft. Geolier: testo singolo

Paky ft. Geolier – Comandamento: testo singolo

 

Comandamento è un singolo di Paky con Geolier contenuto nell’album Salvatore.

Di seguito trovate il testo del singolo:

Leggi anche —> SALVATORE – Paky: testi di tutti i singoli dell’album

testo

[Paky:]
Na-na-na-na-na yeah
Pecché me guard mal?
Sacc comm’ si crisciuto tu
Co nu padr che sta carcerat e nu frat che non c sta cchiu

[Geolier:]
Pecché me guarde male?
Saccio comm’ si crisciut tu
Cierti cos’e saje e’ tant ann’ fa
Però è cert nun te mparà nisciun ?

[Paky:]
(Glory, Glory)
Scrivo crudo solo a notte tarda
Chiedo scusa per la pausa
In quartiere senti sempre freddo
Fa freddo pure dentro casa
Un cristiano una notte mi disse:
“Che un giorno io morirò ucciso”
Mentre mi fumo una Winston
Mi chiedo ancora se Dio esiste
Okay, sento bugie sul mio nome
(?) ,prima avevo il fumo nei coglioni
Gli occhi si girano indietro quando penso torno indietro
Perdo una pietra dal mio braccialetto
Ogni volta che perdo un fratello
So che ti manco, tu non mi manchi
Mi chiami se ti senti sola
Ti compro vestiti di marca, te li levo tutti dopo un’ ora
Mi chiedo ancora se mi ama
Sopra un volo per Miami, mami
Litighiamo se siamo vicini
Ma moriamo se siamo lontani

[Geolier:]
Pecche me guard mal?
Sacc comm’ si crisciut tu
Ciert cos’e saje e’ tant ann’ fa
Però è cert nun te mparà nisciun ?

Scusatm po dialett
E rispost ca nu truov e truov semp nta chillu messag ca tu nun e mai lett
Nu frat ca s perd nte machinet
Rop accattat e sord accattam o mezz
Pero c cost o doppij a nuij co ndress
Pat s sacrific fa sacrific
Marricor c patm mo dicett
Quant scin n’abbusca pkke si abbusc
Quant tuorn po abbusc chiu e na vot
Statt a cucc si nzi capac e ra e muorz
Chi s’intend e sta vit s fid poc
Nu uaglion s stregn nu frat mbiett so carezz
Sta nderr e giur vendett
Po saizz e cammin sastregn o fierr
Sagl e s’astregn a mamm pkke c ten
Ma pkke nun m ric na vrita
Ma pkke p te nun zo abbastanz ruos p sape ca papà nu torn e nun c sta
Nun regnr sti bugi che vrita
Nun m ricr nu zo abbastanz ruoss pkke fin e mo port a famigl
Annanz
Ra chiatur crcav a babbo natal
Sulament ca m purtass a papá

Pecché me guard mal?
Sacc comm’ si crisciuto tu
Cierti cose ‘e saje e’ tant anne fa
Però è certo nun te mparà nisciun ?

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *