Meta – Albe: testo singolo

 

 

Albe – Meta: testo singolo

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

Se ti chiedono di noi
Come chiedono di te
Faccio quasi finta di niente
Più che per te per me
Mi hai preso un pezzo di cuore
Hai perso un pezzo di noi
È passato e passiamo
Da un “che c’era” a un “che c’è”
Ma come me, hai chiuso le palpebre
Vedevo tutto nero, l’amore vero riflesso nell’iride

Io come te, ho chiuso solo un cuore
Ma ho perso le parole
E sai che in fondo per me

Sei la mia meta
Ma senz’ “a” accentata
L’inizio di una storia
Però mai finita
Brindo alla tua
Tu brinda alla mia
Siamo sconosciuti
Mai conosciuti prima

Una parte di te ancora c’è
Ancorata qui dentro di me
Vorrei solo non ci fosse fine
Ad ogni sguardo immobile
Sbagliato tutto e non conta niente
Contavo gli sbagli nel mentre
Sei lo sbaglio più bello di sempre

Incrocio le dita prima di vederti
Ma più che fortuna mi porta rimorsi
Speravo in te, sì, ma non a noi
Come spero che torni, ma tanto non vuoi
È un giro di parole, un giro di emozioni
Tu mi giri intorno, mi gira la testa
Amo guardarti anche mentre dormi
E sarebbe come fare il giro del mondo dalla finestra
E dicono di te, dicono di noi due
Come calamite su un muro di ferro
Siamo poli opposti attratti mai
Siamo solo calamite su un muro di legno
E farà più male da dire che male da fare
Paga il biglietto, ma non te ne andare
Dammi un momento, dammi due ore
Mi hai preso il cuore, fin qua non ci piove

Sei la mia meta
Ma senz’ “a” accentata
L’inizio di una storia
Però mai finita
Brindo alla tua
Tu brinda alla mia
Siamo sconosciuti
Mai conosciuti prima

Se ti chiedono di noi
Come chiedono di te
Faccio quasi finta di niente
Più che per te per me
Mi hai preso un pezzo di cuore
Hai perso un pezzo di noi
È passato e passiamo
Da un “che c’era” a un “che c’è”
Ma come me, hai chiuso le palpebre
Vedevo tutto nero, l’amore vero riflesso nell’iride

Io come te, ho chiuso solo un cuore
Ma ho perso le parole
E sai che in fondo per me

Sei la mia meta
Ma senz’ “a” accentata
L’inizio di una storia
Però mai finita
Brindo alla tua
Tu brinda alla mia
Siamo sconosciuti
Mai conosciuti prima

Una parte di te ancora c’è
Ancorata qui dentro di me
Vorrei solo non ci fosse fine
Ad ogni sguardo immobile
Sbagliato tutto e non conta niente
Contavo gli sbagli nel mentre
Sei lo sbaglio più bello di sempre

Incrocio le dita prima di vederti
Ma più che fortuna mi porta rimorsi
Speravo in te, sì, ma non a noi
Come spero che torni, ma tanto non vuoi
È un giro di parole, un giro di emozioni
Tu mi giri intorno, mi gira la testa
Amo guardarti anche mentre dormi
E sarebbe come fare il giro del mondo dalla finestra
E dicono di te, dicono di noi due
Come calamite su un muro di ferro
Siamo poli opposti attratti mai
Siamo solo calamite su un muro di legno
E farà più male da dire che male da fare
Paga il biglietto, ma non te ne andare
Dammi un momento, dammi due ore
Mi hai preso il cuore, fin qua non ci piove

Sei la mia meta
Ma senz’ “a” accentata
L’inizio di una storia
Però mai finita
Brindo alla tua
Tu brinda alla mia
Siamo sconosciuti
Mai conosciuti prima

Vorrei sapere solo se ti ricordi di me
Siamo due nuvole pallide senz’anima
Permettimi di farti sognare ancora
Come due baci forzati, ma da una forza sola

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *