Una lettera alla paura – Simone Panetti: testo singolo

Simone Panetti – Una lettera alla paura: testo singolo

 

 

Una lettera alla paura è un singolo di Simone Panetti.

di seguito trovate il testo del singolo:

testo

Ehi, scusa l’orario, ma ho bisogno di sapere come stai
Non te l’ho chiesto mai (Mai)
Ma ogni volta che ti vedo non respiro e te ne vai
E mi mangi le parole, mangia tu, io non ho fame
Fammi uscire da casa mia
Sono stanco, sto tremando, sono già le quattro, vai via
Da me

Ti prego, non venire anche stasera che è un problema se c’è anche lei
Si chiama Giulia
Ti prego, non venire che non sa niente di te
Della nostra storia, la tua cattiveria
Tu non mi vuoi bene
Lasciami in pace
Smetti di urlare, di urlarе, di urlare
Ti prego, no, stasera no, non puoi
Farmi dеl male

Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci gocce
Dieci, nove, otto, sette, sei, cinque, quattro, tre, due, uno e buonanotte
Shh

E sto provando a scappare da te
E sto correndo più forte che posso
Ma la pioggia sembra fatta di chiodi
E la mia pelle sta prendendo fuoco
Che cosa vuoi da me?
Qui non c’è niente, niente più da prendere

Ti prego, non venire anche stasera che è un problema se c’è anche lei
Si chiama Giulia
Ti prego, non venire che non sa niente di te
Della nostra storia, la tua cattiveria
Tu non mi vuoi bene
Lasciami in pace
Smetti di urlare, di urlare, di urlare
Ti prego, no, stasera no, non puoi
Farmi del male

Solo stavolta, solo stavolta
Solo una notte, solo una notte
Ti giuro questo è l’ultimo favore che ti chiedo

Ti prego, non venire anche stasera che è un problema se c’è anche lei
Si chiama Giulia
Tu non mi vuoi bene
Lasciami in pace
Smetti di urlare, di urlare, di urlare
Ti prego, no, stasera no, non puoi
Farmi del male

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *