Real Talk – Lazza Pt. 2 – Real Talk, Lazza: testo singolo

Real Talk, Lazza – Real Talk – Lazza Pt. 2: testo singolo

 

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

[Intro]
Ehi, ehi, ehi, ehi, ehi
Bella Real Talk
Bella Bosca, bella Khaled, bella Kuma
Let’s go
Ehi, volevo dire due cose
Diego
Ehi, ehi, ehi

[Strofa]
Ho due bitch dentro un nuovo coupé
La fortuna gira a me anche se cambio croupier, ah
Do le spalle come al lancio bouquet
Nessuno mi dice: “Nada”, baby, come Luchè, ah
Rick Ross, Dio perdona, io no
Big boss, per me sei mister nessuno, Mogol
Spegni l’Xbox, sei già schiavo dell’hype
Ti vedrеi col lip gloss sopra un carro del pride
Scegli: onе Pac, two Pac, three Pac, studia
Gangsta, web-star che farfuglia?
No iPhone, no iMac, no iPad, nulla
Bombe nel set, fra’, è Falluja
Drammi che non ti risolverà Dio
Se quel pezzo è andato male, frate’, non era mio, ahah
Ciao, a presto, credo più nell’addio
Soprattutto quando trovo scritto IULM nella bio, ehi
Mi stavo chiedendo come mai al Grande Fratello VIP, fra’, io un VIP non l’ho mai visto
Diventa un Grande Fratello Bip se mi invitano in TV, mi volerà più di un Cristo
Finirà che la linea è interrotta, non mandate l’invito se volete un consiglio
A M-I le troie in bancarotta cercano domicilio da quando è morto Silvio
Sento troppi diss, però ancora non ho visto nel tuo block i RIS, ehi
Giuro, bro, mi disp che il tuo disco sarà un flop, fallo in floppy disk, ehi
Così fresco, fra’, che manco un igloo
Hai fatto un pacco di soldi e hai preso un pacco di view, ehi
Se mi lasci vivo, meglio per te
Perché il giorno che mi sdraiano, io valgo di più, ah

[Parte II: “Take 2” prod. Drillionaire]

[Strofa]
Fatti i selfie con la stick, sei più real con una colla stick
Nel tuo disco chiedi il feat, però poi sembra che, fra’, eri tu il feat
Niente VIP nella boutique, striscio la carta come avessi un tic
Fra’, la mia merda è d’élite, sento la tua e dopo schiaccio “delete”
Ho la coscienza fin troppo pulita come le mie Nike
Fra’, se vuoi, posso montarti un’amica, non monto più Daikin
Non si compete, tu in me, fra’, c’hai sempre creduto per quello
Avevo sete, è finita che mi son bevuto il cervello
Sentilo il basso, è tipo un’onda d’urto, ti stacca dal suolo
Qua trema tutto, peggio degli schiaffi di Cannavacciuolo
Prego, non rifare a casa, ascoltatemi, no, non copiatemi
Se vi va, vi posso invitare a casa a vedere come sono fatti otto platini
Chiedi alla gente
Sanno che quando ho davanti il microfono è meglio non si dica niente
Onde evitare che diventi scomodo, però, fra’, probabilmente
Sarà già dentro una cassa di mogano, sono il cavallo vincente
Schiocco le dita e si riempie l’Ippodromo
Posso comprarmi due case se vendo la casa che ho messo sul polso
Passi dal parlare in codice al codice rosso di un pronto soccorso
Patek Philippe, solo tempo, spostati che mi fai ombra
Meglio se mi lasci in pace, stai perdendo solo tempo
So che chi disprezza compra, ma per me tu non hai budget
[Parte III: “Take 3” prod. Drillionaire]

[Intro]
Ehi, ehi
Uoh, uoh, ehi, ehi, ehi

[Strofa]
Rock steady, ho iniziato questa storia che tu non c’eri
In bocca non c’ho una lingua, c’ho una Glock semi
La sua pussy è la ciliegia dentro il Mon Chéri
Fa su e giù sul zzoca tipo box Chevy
Osceni i tuoi versi nel net
Sembra l’Oktoberfest, però è il retro del club, ahah
Questi rapper qua non passano il test
Torneranno a casa scalzi, fra’, come Kanye West
Il mio motto è: “Nel dubbio scopala”, passami il fiodena
Lavoro sodo, ma qua mi sembra Gomorra e Sodoma
Rimane sulla soglia, fra’, sai, ha un culo sodo
Ma ci parlo e di cervello è piatta, fra’, come una sogliola
Stessi farabutti con il triplo dei flash
Non sono amico di tutti, sono amico del cash
Questi pensano di fottermi, mi spiace, pentitevi
Non sento finché avete un hype di dieci centimetri
Ho soldi sotto il materasso, il letto è king-size
Sto facendo altri sei zeri, tempo che ti distrai
E non credo a ‘sti bambocci gonfi senza fish-eye
Crederei più a Sapobully che mi batte in freestyle
Dai che scherzo, fra’, ti voglio bene
Ma non giocassero col nome mio, che non conviene
Sei un cinepanettone, io un fucile a pallettoni
Sono nato col male dentro, voi con Mare fuori
E frate’, è una locura, è sempre il solito tran tran
A tua mamma non piaccio, pensa sia parte di un clan, ehi
Odiavo il freddo alla fermata del tram
Voglio degli hater nuovi, quelli vecchi sono miei fan
Sai, tutta ‘sta fama non mi manderà in tilt
Io sono sempre lo stesso come gli occhi di Clint, ehi
Chissà se Bugo si ricorda quel film
Non sono Adam, io gli ho cambiato vita con un tweet
Ho un solo Dio: denaro
‘Sti nuovi artisti sono zombie, Verano
Tu ti sei fatto il personaggio, che babbo
Piangerai in tele perché hai fame à la Den Harrow
Sono partito da zero, scrivo anche in aereo
Così ti sembra davvero piovano soldi dal cielo
Mi volevano morto, li conto da settimane
Volevo farmi una sega, però ho le mani occupate
Tengo le orecchie tappate
Sento le cose che dicono
Tu fai godfather, però al micro sei un microbo
Il nuovo disco è quasi pronto
E ti dirò che, se mandi tutto in replay, sai

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *