Vacío – Manuel Turizo: traduzione e testo canzone

Manuel Turizo – Vacío: traduzione e testo canzone

 

Vacío è una canzone di Manuel Turizo contenuta nell’album 2000.

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

testo

Una casa de un millón, siete carro’, una mansión
Y un chef que haga lo que yo le digo
Aquí hay mucho dinero pa’ gastar
Un penthouse en Nueva York, una isla y un avión
Dime, eso pa’ qué si no hay amigos
Y nadie que venga a visitar

Persiguiendo un sueño desde que nací
Que he ganado tanto pero es más lo que perdí

Porque hay un vacío, lo que tengo no se siente mío
Un closet lleno de abrigos pero ninguno me quita el frío
Y la culpa es mía porque yo era un niño que no entendía
Siempre supe lo que quise pero no el precio que pagaría

Ya mi número cambió y aunque sigo siendo yo
Mis amigos de la infancia lo’ perdí
Aunque los quiera recuperar ya no es igual
Porque no quise ser doctor, abogado o contador
Mi familia pensó que me enloquecí
Pero e’ que yo no quise ser así

Persiguiendo un sueño desde que nací
Que he ganado tanto pero es más lo que perdí

Porque hay un vacío, lo que tengo no se siente mío
Un closet lleno de abrigos pero ninguno me quita el frío
Y la culpa es mía porque yo era un niño que no entendía
Siempre supe lo que quise pero no el precio que pagaría

Porque hay un vacío, lo que tengo no se siente mío
Un closet lleno de abrigos pero ninguno me quita el frío
La culpa es mía porque yo era un niño que no entendía
Siempre supe lo que quise pero no el precio que pagaría

Oh-oh, oh-oh
Siempre supe lo que quise pero no el precio que pagaría
Oh-oh, oh-oh
Siempre supe lo que quise pero no el precio que pagaría

traduzione

Una casa da un milione, sette macchine, una villa
E uno chef che fa quello che gli dico
Qui ci sono molti soldi da spendere
Un attico a New York, un’isola e un aereo
Dimmi, che cosa succede se non ci sono amici
E nessuno che venga a trovarti

Inseguendo un sogno da quando sono nato
Che ho vinto tanto ma è più quello che ho perso

Perché c’è un vuoto, quello che ho non si sente mio
Un armadio pieno di cappotti ma nessuno toglie il freddo
Ed è colpa mia perché ero un bambino che non capiva
Ho sempre saputo cosa volevo ma non il prezzo che avrei pagato

Il mio numero è già cambiato e anche se sono ancora io
Ho perso i miei amici d’infanzia
Anche se voglio riaverli indietro, non è la stessa cosa
Perché non volevo fare il dottore, l’avvocato o il contabile
La mia famiglia pensava che fossi pazzo
Ma e’ che non volevo essere così

Inseguendo un sogno da quando sono nato
Che ho vinto tanto ma è più quello che ho perso

Perché c’è un vuoto, quello che ho non si sente mio
Un armadio pieno di cappotti ma nessuno toglie il freddo
Ed è colpa mia perché ero un bambino che non capiva
Ho sempre saputo cosa volevo ma non il prezzo che avrei pagato

Perché c’è un vuoto, quello che ho non si sente mio
Un armadio pieno di cappotti ma nessuno toglie il freddo
È colpa mia perché ero un bambino che non capiva
Ho sempre saputo cosa volevo ma non il prezzo che avrei pagato

Oh oh oh oh
Ho sempre saputo cosa volevo ma non il prezzo che avrei pagato
Oh oh oh oh
Ho sempre saputo cosa volevo ma non il prezzo che avrei pagato

 

 

 

 

 

 

Arianna

Appassionata di musica e televisione, su questo sito tratterà principalmente questi argomenti, insieme all'Oroscopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *